PROGETTO  DI  COOPERAZIONE  SANITARIA  TRA  L’OSPEDALE S.BORTOLO DI VICENZA E L’OSPEDALE DI IRINGA IN TANZANIA

UNO SGUARDO ALLA TANZANIA

Capitale DODOMA Popolazione 35.964.000 Superficie 883.749 Kmq PIL annuo pro capite 256 $ Aspettativa di vita m/f 36,3/39,3 Mortalità infantile (x 1000)  m/f 163/152 Mortalità adulta (x 1000)  m/f 552/502 Spesa sanitaria pro capite 27 $ Spesa sanitaria in % del reddito 5,9%

 

 

 

 

 

 

 

 

La Tanzania posizionata sul continente africano e, a lato, Iringa in Tanzania.

 

La Regione di Iringa

Superficie: 58.939 - Abitanti: 1.500.000 - Crescita annua: 1,5% 6 Distretti, 31 Divisioni, 138 Dipartimenti, 701 Villaggi

 

1 Ospedale Regionale 4 Ospedali Distrettuali 10 Ospedali Rurali
32 Centri Salute Avanzati  262 Dispensari

Ospedale Regionale di Iringa

REPARTI
SERVIZI

- Centro trasfusionale

- Radiologia

- Pronto Soccorso - Astanteria

- Ambulatorio pazienti esterni

- Riabilitazione - Fisioterapia

- Farmacia

- Odontoiatria

- Oculistica

- Ambulatorio malattie sessualmente

  trasmesse

- Maternity home

 

 

 

- Medicina Generale m/f

 

- Chirurgia Generale m/f/s

 

- Ostetricia - Ginecologia

 

- Pediatria e Prematuri

 

- Unita Malnutriti

 

- Psichiatria

 

- Malattie infettive -Isolamento

 

- Tisiologia - Dozzinanti
 

 

FINALITA' DEL PROGETTO

Sviluppo di un rapporto stabile tra Istituzioni Sanitarie con
collaborazione a lungo termine che consentano scambio di esperienze e competenze professionali

 

ORIGINI DELL’INIZIATIVA

 

• Precedente conoscenza del luogo e dell’ospedale
 
• Approvazione della Regione Veneto di una     ricerca finalizzata per lo studio di fattibilità del   progetto
 
• Approvazione della proposta da parte delle Autorità Sanitarie Tanzaniane

 

PROMOTORI DELL‘INIZIATIVA

  Dipartimento  di Chirurgia Ospedale

   S. Bortolo Vicenza

• Clinica Chirurgica II Università

   di Padova

 • CUAMM Medici con l’Africa

PERCHÉ L’OSPEDALE DI IRINGA ?

• Paese con stabilità politica certa.

• Similitudine di identità locale tra l’ospedale di Iringa e Vicenza.

• Politica Sanitaria Locale favorente il

  decentramento nella gestione dei programmi di

  cooperazione.

• Ospedale situato in Capoluogo di Regione con

   grande valenza

   sociale, economica, viaria.

• Profonda conoscenza della realtà locale.

• Grande disponibilità di collaborazione della controparte locale.

 
PROBLEMATICHE DELL’OSPEDALE

1. Inadeguato numero di risorse umane specializzate (Medici

    e infermieri)

2. Progressivo deterioramento di alcune strutture: gruppo

    operatorio, sala parto, laboratorio ecc.

3. Limitata disponibilità di materiale di ricambio ed attrezzature

4. Ridotta capacità di esperienza nella manutenzione degli

    equipaggiamenti ospedalieri

5. Irregolare approvigionamento di farmaci

    e materiale di consumo

6. Inadeguata capacità decisionale all’interno del comitato di

    gestione dell’ospedale

 

OBIETTIVO GENERALE
 

Creazione di un rapporto stabile di

collaborazione e scambio tra
strutture sanitarie nell’ambito
di una relazione
di amicizia e cooperazione tra la
Regione di Iringa in Tanzania e la
Regione Veneto in Italia.

 

OBIETTIVO SPECIFICO
 

Garantire il servizio chirurgico nell’Ospedale di Iringa a livelli di qualità adeguati alle sue funzioni di riferimento per la Regione

 

OBIETTIVI INTERMEDI

 

• Riabilitazione fisica e funzionale del Servizio

   di Chirurgia.

• Miglioramento qualità prestazioni in chirurgia

   generale, ostetricia, ortopedia, urologia.

• Garanzia di qualità Servizio di Anestesia.

• Garanzia di qualità attivita di sterilizzazione

• Miglioramento Servizi di Radiologia e Laboratorio.

• Promozione corsi aggiornamento in loco ed in Italia.

• Creazione di un Centro stabile di Formazione

 Sanitaria Superiore “Higher Educational

 Programme”

 

ATTIVITÁ
 

• Riabilitazione blocco operatorio.

• Fornitura attrezzature e strumenti chirurgici.

• Integrazione materiali di consumo per attività operatoria

• Ampliamento padiglioni sala parto

Chirurgo specialista esperto in appoggio alle attività ordinarie.

• Specializzando in chirurgia generale.

• Specialisti in altre discipline chirurgiche.

• Infermiere di sala operatoria.

• Fornitura apparecchiature per anestesia.

• Integrazione materiali di consumo.

• Allestimento locale per cure intensive post operatorie.

• Allestimento nuova centrale   di sterilizzazione.

• Aggiornamento personale addetto  alle attività di cui sopra.

• Riabilitazione locali di laboratorio.

• Fornitura di attrezzature per il laboratorio.

• Corsi di aggiornamento personale Radiologia e Laboratorio.

• Ipotesi di un collegamento in telemedicina per la diagnostica

 Istopatologica.

• Stages di aggiornamento personale medico e paramedico.

• Accreditamento attività formative post laurea.

• Corso di perfezionamento post universitario  in”Chirurgia nei paesi con risorse limitate “ (Clinica chirurgica II - Univ. PD)

• Progetto di Insegnamento “Ecografia di base”(Serv. Rad. O.C. Este).

• “Higher Educational Project” tra Istituzioni Universitarie Italiane e Tanzaniane

ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO

 

Ospedale di Vicenza:
 

• Responsabilità diretta del Progetto e formulazione definitiva del piano

• Contatti con la controparte Tanzaniana

• Selezione del personale

• Decisioni di spesa e controllo del progetto

 

Clinica Chirurgica II
 
Responsabilità attività formativa in   Tanzania ed in Italia
Gestione specializzandi da inviare ad Iringa
 
CUAMM
 
• Collaborazione amministrativa e gestionale
• Appoggio logistico in Tanzania
 
 
MODALITÁ DI ESECUZIONE DEL PROGETTO

 

• Approvazione del Progetto.

• Trasmissione e condivisione della controparte Tanzaniana.

• Garanzia di copertura finanziaria.

• Istituzione supporto logistico.

• Inizio lavori di ristrutturazione.

• Invio attrezzature e materiali di consumo.

• Invio personale previsto.

Medici ad Iringa